La Tiflosystem compie venticinque anni

Domenica 30 settembre, presso il campo sportivo di Piombino Dese (Padova), si è svolta la grande festa per il venticinquesimo anniversario di fondazione della Tiflosystem, azienda leader a livello nazionale, per la produzione e vendita di ausili per ipovedenti e non vedenti.   Erano presenti numerosi presidenti di associazioni ed esponenti della società civile. L'evento riveste un particolare valore, al di là degli aspetti puramente commerciali, in quanto Tiflosystem SpA è guidata da un imprenditore non vedente che ha saputo, nel corso degli anni, dare alla categoria un concreto esempio di autentica integrazione sociale Nell'occasione è stata altresì lanciata la nuovissima "Fondazione Lucia Guderzo" che si occuperà di gestire il Centro di Riabilitazione Visiva "Efesto" e porterà avanti anche altri progetti di solidarietà in Italia e all'estero. La nostra associazione era rappresentata dal presidente Marco Bongi.

Un passaggio in auto? Arriva un aiuto dalla rete

Non è raro che ci giungano in associazione richieste di soci che cercano volontari disposti ad accompagnarli in un trasferimento fuori città. Di solito risulta piuttosto difficile soddisfare queste esigenze a causa del molto tempo necessario per svolgere il servizio. Oggi, anche in Italia, la rete ci potrebbe fornire un aiuto per queste necessità. Da alcuni mesi infatti è nato il sito: www.blablacar.it. Questa organizzazione, ovviamente rivolta a tutti e non solo ai disabili, raccoglie gli annunci di tutti coloro che, dovendo compiere un viaggio, sono disposti a condividere la propria auto con altre persone, previo il rimborso di una somma, in genere modica, per il carburante ed i pedaggi autostradali. Si tratta di una sorta di moderno "autostop", già assai diffusa all'estero, organizzata e monitorata però attraverso le importanti risorse messeci a disposizione dalla rete. Basta perciò impostare il luogo di partenza e quello di arrivo, e il sistema ci fornirà, con un semplice clic, tutte le soluzioni disponibili. Molti inserzionisti inoltre dichiarano di essere disposti anche a fare brevi deviazioni sul percorso. Ciò potrebbe consentire dunque spesso anche accompagnamenti a domicilio. La somma richiesta è altresì chiaramente indicata nell'annuncio. Si tratta pur sempre, e sul punto ci sembra già di sentire le obiezioni di alcuni nostri soci, di persone sconosciute. Ciò è indubbiamente vero. Esiste però un sistema ben collaudato di recensioni e feedback, con relative votazioni, che in genere si è mostrato in grado di garantire l'affidabilità dei vettori. Vale dunque la pena di provare.

Banca Intesa-San Paolo: Ecco l'elenco dei Bancomatt accessi bili in provincia di Torino

Riceviamo dalla Banca Intesa-San Paolo e volentieri mettiamo a disposizione la lista dei dispositivi Bancomatt accessibili ai disabili visivi in provincia di Torino. Da oggi, oltre alle normali funzioni di prelievo e saldo, sarà possibile effettuare, con l'aiuto della sintesi vocale, anche le ricariche dei cellulari. Accanto alla lista inseriamo anche un breve manuale di istruzioni.

SCARICA L'ELENCO DEI BANCOMAT ACCESSIBILI

SCARICA LE ISTRUZIONI D'USO DEI BANCOMAT ACCESSIBILI

Tecnologia: Ariadne GPS per dispositivi Apple migliora l'autonomia dei non vedenti

Appena ho sentito parlare di Ariadne GPS ero scettico, sembrava l'ennesimo tentativo di utilizzare il GPS per creare un navigatore satellitare per persone non vedenti. Ho così cominciato ad informarmi e a fare un pò di ricerche in rete e posso dirvi che a conclusione di esse mi ritengo molto soddisfatto ed entusiasta del prodotto. Si tratta di una app per dispositivi Apple, che si pone l'obiettivo di agevolare la mobilità delle persone non vedenti. Il prodotto è tutto italiano ed è sviluppato da Giovanni Ciaffoni, potete trovarlo sull'Apple Store al prezzo di 4.99€. Qui di seguito inserisco un estratto dal sito ufficiale di Ariadne GPS che vi aiuterà a capire meglio di cosa si tratta e come funziona.

"L’app offre la possibilità di conoscere in qualunque momento la propria posizione e di monitorarla mentre si cammina, potendo decidere di essere informati su quello che cambia durante il percorso, civico, via, etc. Esiste altresì la possibilità di memorizzare dei punti preferiti e di poter essere avvisati, ad esempio in treno, autobus, etc., quando ci si avvicina ad uno di essi, con suono, vibrazione e, se si usa VoiceOver anche a voce. C’è poi una funzionalità interessante e innovativa, ovvero quella di poter esplorare la mappa. Già, così come una persona che vede guarda la cartina di quello che la circonda o di una località specifica, allo stesso modo, chi usa VoiceOver potrà conoscere la conformazione di una certa zona toccando la cartina con un dito. Passando il proprio dito sulla visualizzazione della mappa infatti, è possibile ascoltare i nomi delle vie e i civici pronunciati da VoiceOver e farsi una mappa mentale della zona. Questa applicazione è completamente accessibile e dà accesso a informazioni che sono normalmente non disponibili per le persone che utilizzano il sintetizzatore vocale e può essere quindi particolarmente utile per non vedenti e ipovedenti. L’app utilizza le informazioni del gps e di un server remoto, che al momento è Google. Questo fa sì che alcune informazioni possano essere imprecise o non disponibili in certi momenti. Stiamo tuttavia cercando di migliorare le informazioni e le funzionalità utilizzando anche servizi e meccanismi diversi."

Queste le principali funzioni dell’app:

  • Dirti dove ti trovi
  • Permetterti di esplorare quello che hai intorno
  • Permetterti di esplorare una zona specifica
  • Controllare periodicamente la tua posizione e dirti dove ti trovi (informandoti solo su ciò che è cambiato)
  • Permetterti di aggiungere e visualizzare i tuoi punti preferiti
  • Avvisarti quando sei vicino ad un POI (punto di interesse)

Come scritto sul web, questa app ha ricevuto un prestigioso premio direttamente dalla Apple: "C’era anche un italiano tra le “star” presenti al WWDC 2012, il suo nome è Giovanni Luca Ciaffoni. Giovane programmatore per l’istituto dei Ciechi di Bologna, Ciaffoni è stato chiamato direttamente da Apple a parlare sul palco del World Wide Developers Conference in quanto, da geniale sviluppatore di software e consulente per l’accessibilità del web, ha avuto il merito di lanciare su App Store una rivoluzionaria App che permette ai non vedenti di muoversi e orientarsi senza alcuna difficoltà: Ariadne Gps. (da www.pianetatech.it)"

Direi che i presupposti sono ottimi e vi consiglio di provare questa app, costa poco e ne vale la pena. Sul sito ufficiale Ariadne GPS potete trovare molte altre informazioni, specifiche tecniche, audio e video che vi spiegheranno il funzionamento nei minimi particolari.

Tecnologia: Google Chrome rende disponibili nuove estenzioni "accessibili"

La settimana scorsa ho parlato di browser e accessibilità ed ho valutato negativamente Google Chrome sotto questo aspetto. Dato che so che gli sviluppatori di Google sono attenti a queste problematiche, in questi giorni ho cercato un pò di notizie in rete, per lo più siti in lingua inglese ed ho scoperto alcune cose interessanti.

Google ha una pagina ufficiale di Chrome dedicata all'accessibilità, dove elenca alcune estensioni per il browser, esse sono scaricabili ed installabili. Chrome lavora con le estensioni, che sono dei programmi installabili direttamente dal browser ed utilizzabili solo nel browser, sotto la voce impostazioni del menù principale (solitamente in alto a destra) è possibile accedere alla sezione estensioni e ricercare quelle che ci interessano. Ho così personalmente provato l'estensione High Contrast che permette di cambiare il contrasto di ogni pagina web che si sta visitando, permettendo quindi di invertire i colori a proprio piacimento. Un'altra interessante estensione è ChromeShades che modifica in tempo reale le pagine web che state visitando e le rende ottimizzate per gli Screen Reader, utile quindi per tutti i non vedenti. Per gli ipovedenti invece segnalo ChromeVis che permette invece di modificare l'aspetto di porzioni di pagina web precedentemente selezionate, molto utile. Per i più temerari c'è anche la possibilità di provare uno Screen Reader integrato, l'estensione si chiama ChromeVox, se la usate potete darci i vostri feedback da condividere con gli altri utenti.

Possiamo poi anche cambiare il Tema (Aspetto) di Chrome per renderlo più adatto alle nostre esigenze, per fare ciò basta entrare nelle impostazioni del browser e cambiare il tema, potremo anche in questo caso scegliere tra una vasta lista di temi con caratteristiche e colori diversi.

In conclusione, l'unica differenza tra Chrome e gli altri browser è che dobbiamo fare tutto manualmente, mentre per i classici Firefox ed Internet Explorer il tutto avviene in modo automatico. C'è da dire però che c'è davvero una vasta scelta di estensioni e temi che ci permette una personalizzazione estrema del browser. Diamo a Chrome quel che è di Chrome e quindi miglioro il mio giudizio passando da scarso ad accettabile e sottolineo lo sforzo che sta facendo Google per migliorare l'accessibilità dei propri prodotti.

Alessandro ALBANO

Tecnologia: nuova sezione del sito dedicata al mondo tecnologico, oggi parliamo di siti accessibili

Parte oggi una nuova rubrica dedicata al mondo della tecnologia a 360 gradi. Chi vi scrive è ipovedente e cercherà di condividere le proprie conoscenze in campo informatico e tecnologico con una particolare attenzione al mondo della disabilità visiva. Questo vuole essere un piccolo aiuto per districarsi in questo vasto mondo tecnologico, per fare si che la tecnologia ci venga in aiuto e non ci complichi le cose. Essendo questo un mondo molto vasto, non ho la presunzione di conoscere tutti gli argomenti e di poter parlare di tutto, ma farò del mio meglio e saranno ben accetti consigli e critiche, ma anche, se volete, le vostre recensioni su ausili o software. In fine, cercherò anche di tenervi aggiornati sulle novità del settore.

Per rompere il ghiaccio oggi trattiamo un argomento a noi caro, visto anche il recente rifacimento del sito dell'associazione, parliamo infatti dell'accessibilità dei siti web. A quanti di noi ipovedenti sarà capitato di avere difficoltà con la visualizzazione dei siti web, non tanto per l'ingrandimento dei caratteri, cosa che ora è superabile grazie alle funzioni dei recenti browser, quanto per tutto ciò che ha a che fare con voci di menù, immagini e colori, per non parlare poi di quei fastidiosi banner pubblicitari. Da non vedenti invece i problemi insorgono quando la sintesi vocale fatica a navigare le pagine web a causa della scarsa attenzione da parte degli sviluppatori nel creare delle pagine accessibili. Da programmatore, vi posso dire che non è semplice fare dei siti accessibili, ma vi confesso anche che alle volte basterebbe solo un pò più di attenzione per rendere i contenuti fruibili per tutte le tipologie di utenti.

Nel caso del nuovo sito dell'A.P.R.I. onlus lo sforzo fatto è stato elevato, soprattutto per cercare di creare un sito web accessibile sia per gli ipovedenti che per i non vedenti, ma anche per renderlo un minimo accattivante per gli utenti vedenti che magari si avvicinano alla nostra associazione e al mondo della disabilità visiva. Nel crearlo ho cercato di sfruttare tutte le conoscenze a disposizione in materia di accessibilità, la perfezione non si può di certo ottenere, ma diciamo che il risultato è soddisfacente e dico ciò solo dopo aver raccolto un pò di pareri da parte di voi utenti. Il sito risulta navigabile dalla sintesi vocale e per gli ipovedenti sono presenti due diverse combinazioni di colori e l'ingrandimento del testo. Per eseguire al meglio questo lavoro ho utilizzato un componente gratuito che viene utilizzato anche nelle pubbliche amministrazioni che si chiama Joomla FAP ed è sviluppato gratuitamente da elpaso66 che ringrazio a nome di tutti i disabili visivi. Nel pubblicare i vari contenuti, presto molta attenzione ad inserire le descrizioni dei collegamenti e delle immagini e cerco sempre di mettere in secondo piano la parte grafica a vantaggio dell'accessibilità dei contenuti.

Consideriamo però che abbiamo avuto queste attenzioni perchè siamo parte di un'associazione di categoria, mentre invece il mondo di internet spesso ignora i nostri diritti e spesso produce pagine web accattivanti ma poco accessibili. Come fare quindi per consultare al meglio anche i siti non accessibili? I browser recenti ci vengono incontro, infatti hanno al loro interno sia opzioni per ingrandire il testo, sia opzioni per cambiare i colori ed addirittura funzionalità avanzate per importare degli schemi di colori e testo a noi graditi. E' possibile poi, anche eliminare del tutto le immagini dalle pagine web. Nonostante ciò, spesso ci sono degli inconvenienti, i più sgradevoli si verificano quando le immagini sono parte integrante della navigazione perchè sono voci di menù o perchè rappresentano i tasti di navigazione del sito. In questi casi si può fare ben poco, al limite ci può venire incontro un buon screen reader, infatti se le immagini presentano una descrizione possiamo ugualmente individuarle nella pagina e cliccarle. Purtroppo non siamo tutti dei tecnici informatici e non siamo tenuti a conoscere queste cose in modo approfondito, per questo vi indico di seguito una serie di link utili che vi aiuteranno a configurare al meglio il browser web, non mancherò di dare un giudizio personale sul browser.

  • Firefox
    Accessibilità buona
    Guida per Firefox: LINK
  • Internet Explorer
    Accessibilità buona
    Guida per Internet Explorer: LINK
  • Safari
    Accessibilità eccellente
    Guida a Safari per Mac: LINK
  • Chrome
    Accessibilità scarsa
    Guida a Chrome: LINK

Se interessati potete cambiare manualmente i colori delle pagine web importando il file che potete scaricare da  QUI. Il file css contiene lo schema di colori a contrasto elevato e si può utilizzare in ogni browser, sia esso installato su Pc o su dispositivo mobile, basta che il browser supporti questa personalizzazione chiamata solitamente "personalizzazione dei colori tramite file css dell'utente".

Ricordiamo anche che la maggior parte dei browser, eccetto Chrome, si adatta allo stile di colori che avete impostato sul vostro sistema operativo in modo automatico.

Positive le sensazioni sugli screen reader e le sintesi vocali, infatti tutti i browser stanno migliorando il supporto a queste tecnologie, ciò migliora la navigazione nei siti web da parte dei non vedenti e rende più facile la nativa integrazione con gli screen reader più diffusi.

In conclusione, ci tengo a dirvi che le cose stanno migliorando, anche grazie a tutto il lavoro di sensibilizzazione che fanno le associazioni come la nostra, la strada per una concreta accessibilità è ancora lunga, ma almeno ci sono diversi strumenti che ci permettono di trovare delle soluzioni fatte su misura per noi. Non dimentichiamoci che le esigenze visive sono molte e che ognuno di noi ha le proprie ed è difficile soddisfarle tutte. I modi di fare pagine accessibili ci sono, certo ci va più tempo e maggiore attenzione, non ci resta che confidare nel buon senso dei programmatori e delle software house. Anche i vari sistemi operativi stanno facendo passi da gigante e ci renderanno la vita sempre più facile.

Alessandro ALBANO

A.P.R.I. - Guidiamoci: un protocollo d'intesa

E' stato sottoscritto, nei giorni scorsi, un importante protocollo d'intesa fra la nostra associazione e l'associazione GUIDIAMOCI  che si occupa di manutenere e sviluppare il software gratuito WINGUIDO. Grazie a questo accordo sarà prossimamente possibile realizzare interventi che ci consentano, utilizzando tale tecnologia, di rendere accessibili giornali e siti internet locali di interesse comune fra i nostri soci. L'associazione GUIDIAMOCI, fondata da Guido Ruggeri, ha attualmente sede a Cava dei Tirreni (SA).

Audiodescrizioni rai: istruzioni per l'uso

Come molti sanno alcuni film trasmessi dalla RAI potevano essere ascoltati, con audiodescrizione, sulle onde medie della radio. Oggi, con il graduale smantellamento di questa tecnologia e con il passaggio al digitale terrestre, si può usufruire di questo servizio, in verità non molto diffuso, con altre modalità. La nostra delegazione zonale di Chivasso si è occupata di dipanare questo ingarbugliato problema. Riportiamo, quì di seguito,  i risultati ottenuti ed alcune istruzioni per l'uso.

Per chi non lo sapesse è possibile ascoltare i commenti audio delle scene prive di dialoghi di alcuni films trasmessi dalle reti RAI. Se vogliamo ascoltare i commenti attraverso il digitale terrestre bisogna seguire le istruzioni che quì riportiamo: Le istruzioni che seguono possono variare a seconda del tipo di televisore o decoder che possedete, ma in linea di massima si possono riassumere così:

  1. Cercare sul telecomando il tasto con la lettera "I" (che sta ad indicare info) e premerlo!
  2. Ora comparirà un menù che potrà variare a seconda del televisore, scorrere con le freccie in alto o in basso fino a raggiungere il menù "audio"
  3. Spostatevi con la freccia a destra
  4. Se tutto è andato a buon fine il vostro televisore dovrebbe recitare "canale dedicato alle descrizioni audio per i non vedenti"

La prima volta che fate queste prove fatevi aiutare da una persona vedente in modo che possiate memorizzare la sequenza di tasti da schiacciare per arrivare al menù che vi interessa. In alcuni telecomandi è presente un tasto "audio" che vi porta direttamente nel menù audio semplificando i passaggi da compiere. Terminato il film con descrizioni audio per i non vedenti, bisogna compiere le operazioni inverse per tornare sul canale normale. Le descrizioni audio sono ancora pochissime purtroppo, ma se all'inizio di un film sentite l'annuncio che il film è commentato con descrizioni audio per i non vedenti, provate! Buon ascolto!

Tiflosystem: una settimana di vacanza fra svago ed ausili

Inoltriamo il seguente interessante comunicato inviatoci dalla TIFLOSYSTEM di Padova:

Informatica, vacanza, attività fisiche, gastronomia e altro. Tutto questo dal 24 al 30 giugno nel corso de "La settimana del corpo e della mente" che si svolgerà presso l'Hotel "Il Falchetto" di Regole di Malosco, Sarnonico (TN). Prezzo per persona in camera doppia 330 euro. Supplemento camera singola, 8 euro. Per informazioni e prenotazioni contattare Valentina all'Hotel "Il Falchetto" ai numeri: 0463-870188 oppure 335-8239373.

Milano: la tecnologia al servizio dei sordo-ciechi

La nostra associazione sarà presente, con un proprio intervento, alla interessante manifestazione intitolata: "COMUNICARE SENZA BARRIERE: LA TECNOLOGIA A SERVIZIO DELLE PERSONE SORDOCIECHE" che si terrà venerdì 25 Maggio 2012 Presso la rassegna Reatech Italia, al Centro Espositivo di Rho Fiera SALA BETA - 2°piano padiglione 4 dalle h 11:30 Al fine di far partecipare la comunità delle persone disabili e in particolare delle persone sordo cieche agli strabilianti risultati che lo sviluppo dell'information & communication technology mette a disposizione dell'uomo, la Lega del Filo d'Oro ha avviato dal mese di Febbraio un progetto volto a rendere facile la comunicazione dei suoi associati. A tal scopo è stato realizzato il programma WinLucy che la società Tiflosystem S.p.A. di Piombino Dese (PD) mette a disposizione gratuitamente per tutte le persone sordocieche o disabili visive in memoria della prematura scomparsa della sua amministratrice, la dott.ssa Lucia Guderzo, che tanto impegno aveva profuso per la vita indipendente di queste persone. Il programma, che in questa prima versione sarà presentato in occasione di Reatech Italia, permette di scrivere testi, riprodurre i file audio wave, mp3 e wav, gestire la posta elettronica, navigare in internet, gestire le funzioni di rubrica e agenda. Tutti coloro che vorranno disporre di WinLucy potranno scaricarlo gratuitamente collegandosi al sito www.winlucy.it