GITA SOCIALE A CERESOLE REALE

La sede centrale, in collaborazione con la delegazione zonale di Chivasso, organizza una interessante giornata in montagna sabato 6 luglio p.v. Partiremo in pullman da via Nizza 151 a Torino intorno alle ore 8. Dopo alcune fermate intermedie giungeremo quindi a Ceresole Reale, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso dove effettueremo un percorso naturalistico con una guida del Parco medesimo. Seguirà il pranzo sociale a base di prodotti locali e alcuni momenti di tempo libero. Il ritorno a Torino è previsto per le ore 19 circa. Quota di partecipazione: € 20,00. Affrettatevi con le prenotazioni telefonando al numero: 011 - 664.86.36. Vi aspettiamo numerosi!

MUSICA: "EL CIEGO NO VIVE EN LA OSCURIDAD"

Il famoso cantante e chitarrista portoricano Josè Feliciano, nato nel 1945 e tuttora attivo, ha dedicato alcune sue canzoni al tema della cecità. Egli stesso, del resto, nacque non vedente, a causa di un glaucoma congenito. In Italia ebbe notorietà nel 1971 quando partecipò al Festival di Sanremo con la canzone "Che sarà". Il brano che presentiamo oggi, tratto dall'album "Senor Bolero II" (2003), si intitola "Un ciego no vive en la oscuridad". Il testo propone alcune sensazioni sulla percezione della natura attraverso i sensi alternativi alla vista e qualche considerazione poetica di tenore moraleggiante. Per ascoltare la canzone cliccare qui.

MUSICA: TACA BORGNU

La nostra piccola rassegna musicale si concede, questa settimana, un'escursione nella cosiddetta "musica alternativa" politicamente radicata nei centri sociali ed altre strutture similari. Ci riferiamo alla band "I Fratelli di Soledad", fondata a Torino nel 1990, ed attiva, tranne alcuni anni di silenzio, fino ad oggi. La canzone "Taca borgnu", pubblicata nel 2010, fa riferimento ad una espressione gergale piemontese che potremmo più o meno tradurre "cieco, inizia a suonare!". Ci si riferisce chiaramente all'uso antico dei mendicanti non vedenti di esibirsi all'angolo delle strade chiedendo un obolo di ricompensa. Qui il tema è ambientato davanti allo stabilimento della FIAT di Mirafiori. Il cieco attende l'uscita degli operai per il cambio del turno ed in tale circostanza inizia a suonare. Il ritornello infatti recita: "Suona cieco che escono dalla FIAT". Per ascoltare l'originale canzone cliccare qui.

MUSICA: "A TRAVERS TES YEUX"

Non sappiamo se sarà solo una meteora o se il successo si consoliderà. Per ora Jane Constance, nata nel 2000, sembra bruciare molte tappe ed è considerata dalla critica una "millennial" assai promettente nel panorama della musica leggera francese. Si tratta dunque di una giovanissima cantante non vedente che ha comunque già pubblicato alcuni album, ha partecipato a concorsi importanti ed è stata altresì nominata dall'UNESCO Artista per la Pace nel 2017. il brano più famoso da lei interpretato si intitola "A travers tes yeux" (Attraverso i tuoi occhi). Si tratta di una canzone dedicata al padre che appunto, attraverso i suoi occhi, ha saputo guidare con amore la figlia non vedente nei primi difficili anni della sua vita. Una sorta di ringraziamento musicale interpretato con accenti commoventi e poetici. Presentiamo ai nostri lettori, cliccando qui sotto, Jane Constance e la sua canzone:

Clicca qui

VIAGGI: A BERLINO CON GIROBUSSOLA

L'associazione bolognese "La Girobussola" organizzerà un viaggio multisensoriale a Berlino dal 3 al 7 luglio p.v. L'iniziativa prevede varie visite alle attrazioni turistiche della città con diverse esplorazioni tattili. La quota di partecipazione è stata fissata in € 850,00 (590,00 se si va con il proprio accompagnatore) comprensiva di hotel e visite. Non sono compresi i voli e il vitto. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni scrivere a: info@girobussola.org

MUSICA: I TRE TOPINI CIECHI

Oggi proponiamo, nella nostra sempre più seguita rubrica, una famosissima filastrocca inglese per bambini, la cui storia si perde letteralmente nella notte dei tempi. Il testo, cantato spesso a canone come nella nostra analoga canzoncina "Fra Martino campanaro" è conosciuto da quasi tutti i i piccoli anglosassoni: "Tre topini ciechi, guarda come corrono, vogliono prendere la moglie del contadino, che ha tagliato loro le code con un coltellaccio, hai mai visto qualcosa di simile?".
Il significato delle parole resta piuttosto oscuro anche se alcuni storici vogliono metterlo in relazione ad un episodio della vita di Maria Stuarda che fece assassinare crudelmente tre vescovi anglicani suoi oppositori. Il titolo fu quindi ripreso dalla nota scrittrice di gialli Agatha Christie per un suo racconto pubblicato nel 1950. Presentiamo, qui di seguito, due versioni della celebre filastrocca, una in inglese e l'altra in italiano:

Clicca qui

Clicca qui

MUSICA: LE PAUVRE AVEUGLE

Il nostro itinerario artistico si concede oggi una digressione nella canzone popolare transalpina. "Le pauvre aveugle", ovvero "Il povero cieco" è un brano tradizionale di autore ignoto ma di origine chiaramente goliardica e militaresca. La melodia ed il ritmo sono molto semplici ed ispirati al cliché della ballata. Il ritornello, sempre uguale, recita: Fate del bene a questo povero cieco che non vede più niente...". Le strofette raccontano invece di una fantomatica signora che chiede continuamente al mendicante non vedente: "Volete del pane?... delle uova?... del vino?..., del denaro?" ecc., ottenendo sempre risposta negativa. Alla fine la donna gli domanda: "Ma cosa volete insomma?..." e il cieco risponde: "Venire a letto con Voi!...". Seguono altre considerazioni, più o meno boccaccesche, sulle abilità amatorie del povero cieco. In rete è possibile reperire parecchie versioni, alcune piuttosto sgangherate, della simpatica canzonetta. Ne presentiamo, per i nostri lettori, una esecuzione classica ed abbastanza pulita. Buon ascolto.

MOSTRA AL CONSIGLIO REGIONALE DEL PIEMONTE

La nostra associazione, ed in particolare le sezioni di Asti e Ivrea, parteciperà all'esposizione sulla creatività delle persone disabili che il Centro Studi "Cultura e Società" organizzerà a Torino presso la Biblioteca Regionale "Umberto Eco" di via Confienza 14 a Torino. La rassegna sarà inaugurata martedì 7 maggio, alle ore 17, e resterà aperta al pubblico fino al 14 giugno p.v. Alla cerimonia di apertura saranno presenti, in rappresentanza di APRI-onlus, Marco Bongi, Renata Sorba e Charlotte Napoli. I nostri oggetti che sono stati selezionati per il catalogo ufficiale dell'iniziativa consistono in bigiotteria ed altri manufatti realizzati nei laboratori astigiani e canavesani del sodalizio.

CONCERTO DI ELISABETTA GUGLIELMIN

Mercoledì 8 maggio, alle ore 21, si svolgerà, presso la Sala Grande del Circolo dei Lettori, in via Bogino 9 a Torino, un concerto classico della nostra amica clavicembalista Elisabetta Guglielmin. L'iniziativa, patrocinata anche dalla nostra associazione, è inserita fra le manifestazioni culturali del Salone Internazionale del Libro di Torino. Nell'occasione saranno altresì posti in vendita i CD contenenti le Variazioni Goldberg di J. S. Bach, stampati a cura di APRI-onlus. Tutti i soci e i simpatizzanti sono invitati. L'ingresso è libero.

VIAGGI: FORESTA NERA SENSORIALE

Il tour operator Flumen Viaggi di Pordenone organizza, dal 27 luglio al 2 agosto p.v., un viaggio multisensoriale in Foresta Nera ed Alsazia. Le principali località toccate saranno: Stoccarda, Tubinga, Strasburgo e Baden Baden. Il percorso comprende, tra l'altro, una visita tattile al museo della Mercedes-Benz, percorso in famose fabbriche di birra e cristalli,
La quota di partecipazione, comprendente volo, vitto, alloggio in camera doppia e ingresso ai musei, è stata fissata in € 1.730. Supplemento per accompagnatore in loco: € 420. L'iniziativa è aperta a possessori di cane guida. Per ulteriori informazioni e iscrizioni scrivere a: luigia@flumenviaggi.it