BENVENUTI NEL SITO
DELL' APRI ONLUS
ASSOCIAZIONE PRO RETINOPATICI
E IPOVEDENTI


APRI ONLUS ASSOCIAZIONE PRO RETINOPRATICI E IPOVEDENTI
BENVENUTI NEL SITO DELL' APRI ONLUS
ASSOCIAZIONE
PRO RETINOPATICI E IPOVEDENTI


telefono 011 664 86 36 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
   
 
 

RASSEGNA STAMPA


Anche per l'anno passato 2017, come da tradizione, abbiamo realizzato una rassegna stampa che raccoglie tutti gli articoli cartacei pubblicati sulle iniziative portate avanti dalla nostra associazione. Il fascicolo raccoglie 187 articoli tratti da quotidiani e periodici piemontesi.
Le zone più rappresentate, come sempre, sono il torinese, il Canavese, l'astigiano e il VCO. Dovremo però trovare il modo, per le prossime edizioni, di censire anche le pubblicazioni di portali informativi online, strumenti sempre più importanti nel panorama mediatico contemporaneo.
Chi fosse interessato ad avere una copia della rassegna potrà ritirarla gratuitamente presso la sede centrale o scaricarla da questa pagina.



Anche quest'anno, sia pure con un po' di ritardo, abbiamo raccolto e redatto la rassegna stampa contenente tutti gli articoli riguardanti l'associazione pubblicati su giornali ed agenzie di informazione nel corso del 2015. Il volume cartaceo è disponibile gratuitamente presso la sede centrale. Alcune copie verranno altresì inviate alle sedi decentrate.

Pur senza annoverare, come nel 2013, avvenimenti eclatanti come l'intervento del Ministro alla Pubblica Istruzione su un caso da noi sollevato in Val di Susa, anche la rassegna stampa di quest'anno si presenta piuttosto ricca ed interessante. Vi è stata una leggera flessione nel numero di articoli dovuta probabilmente ad alcune difficoltà organizzative patite dal sodalizio fra cui il rinnovo delle cariche che ci ha assorbito notevolmente fra aprile e maggio e la complessa vicenda relativa al Centro di Riabilitazione Visiva di Ivrea che ci ha costretti a serrare i ranghi frenando su alcune iniziative esterne già programmate.

La notizia di gran lunga più di impatto mediatico del 2013 è stata, senza ombra di equivoci, quella relativa al caso della bambina non vedente valsusina rifiutata dalla Scuola Media del suo paese. Il mese di aprile è letteralmente pieno di articoli conseguenti a tale denuncia. Si è trattato, del resto, di un fatto molto grave ed ingiusto che, per merito della nostra associazione, ha travalicato i confini della regione.

Il più importante successo conseguito dalla nostra Rassegna Stampa del 2012 sta indubbiamente nel fatto, credo mai avvenuto nella storia di A.P.R.I.-onlus, di essere riusciti ad ottenere pubblicazioni su testate con sede in tutte le otto province piemontesi. Da molti anni infatti non comparivano più fra i nostri mentori periodici importanti come: "Il Corriere Valsesiano", "La Sesia", "Novara Oggi", "Il Monferrato", "La Voce Alessandrina", "L'Unione Monregalese", "Il Corriere di Savigliano", "La Fedeltà", "Il Biellese" e "L'Eco di Biella". Tutti giornali operanti su territori dove, pur risiedendo parecchi soci, non esistono tuttavia presenze organizzate del sodalizio con proprie sedi.

Che significato e ruolo assume ancora, oggi come oggi, la carta stampata nel panorama complessivo dell'informazione? Che portata riesce a conservare nell'epoca della rete, della multimedialità e dei cosiddetti "social network"? Mi sono posto queste non facili domande nel momento in cui ho incominciato a scrivere la presente breve introduzione.
Esaminando infatti il materiale contenuto nella rassegna stampa 2011, potrebbe sembrare tutto sommato che questo sia leggermente più modesto rispetto alla mole dei due  anni precedenti.
Eppure, senza dubbio, l'associazione non ha certo ridotto il numero e il livello delle attività realizzate.

Nel suo insieme, la documentazione relativa al 2010, ricalca sostanzialmente quanto prodotto nell'anno precedente. Analoghe appaiono le tipologie di testata, quasi sovrapponibili le aree geografiche coperte con la sola lodevole eccezione di Novara, provincia nella quale abbiamo aperto una nuova sezione e nella quale siamo stati coinvolti in una importante battaglia rivendicativa a favore dei fisioterapisti disabili della vista.
Tra i quotidiani spicca ovviamente la testata di gran lunga maggioritaria in Piemonte ovvero La Stampa. Nel 2010 siamo stati ospitati dalle sue colonne ben 45 volte nelle edizioni locali di Asti, Torino, Canavese, Novara e Verbania. Seguono "Cronacaquì Torino" con 17 pubblicazioni, La Repubblica con 3, Il Giornale del Piemonte con 2, per concludere infine con La Prealpina e Il Sole 24Ore con una sola citazione.

 


E' uscito il volume contenente tutti gli articoli pubblicati sulla nostra associazione nel corso dell'anno appena trascorso. Si tratta di un fascicolo di 205 pagine che davvero ci conforta per la sua consistenza senza precedenti.
Chi naturalmente ci tenesse ad averne una copia può richiederla alla sede centrale o alle sezioni provinciali di Asti e Verbania.
Per l'eccessiva mole del materiale non sarà possibile caricare la rassegna sul sito