No module Published on Offcanvas position
BENVENUTI NEL SITO
DELL' APRI ONLUS
ASSOCIAZIONE PRO RETINOPATICI
E IPOVEDENTI


APRI ONLUS ASSOCIAZIONE PRO RETINOPRATICI E IPOVEDENTI
BENVENUTI NEL SITO DELL' APRI ONLUS
ASSOCIAZIONE
PRO RETINOPATICI E IPOVEDENTI


telefono 011 664 86 36 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
   
 
 

Servizi

Un’associazione si dimostra viva e capace di attrarre soci quando è in grado di fornire ai propri aderenti una serie di risposte e di servizi concreti e specifici. Le persone disabili visive di ogni età presentano infatti una serie di bisogni relativi alla gestione della propria vita quotidiana che non possono essere assolutamente trascurati o delegati completamente a strutture specializzate, per altro quasi del tutto assenti in Piemonte. A questo scopo abbiamo costituito A.P.R.I.- Servizi, un’organizzazione satellite dell’A.P.R.I. destinata esclusivamente alla gestione dei “servizi alla persona”. Nelle pagine seguenti potrai trovare informazioni sui servizi da noi forniti e speriamo anche risposte utili alle Tue esigenze personali e/o familiari.

 

CONSULTORIO PSICOLOGICO

A partire dall'epoca in cui sono stati sviluppati i progetti europei "Horizon", e cioè dal 1998, la nostra associazione ha sempre potuto contare sulla preziosa collaborazione di una psicologa specializzata nelle problematiche connesse alla disabilità visiva. Questa professionista, oltre che coordinare i gruppi di autoaiuto, seguire le iniziative di "Ri-abilità" e di "Crescere in città", ha da sempre gestito uno sportello psicologico individuale rivolto a tutti coloro che vivono il disagio portato dall'ipovisione o dalla cecità. Tale servizio prevede l'attivazione di cicli di colloqui con la psicologa, di durata diversa a seconda dei casi. Il primo colloquio può essere prenotato telefonando in associazione.

Il consultorio psicologico è gestito dalla dott. Simona Guida.

SUPPORTO TECNICO TIFLOINFORMATICO

È attivo, presso la sede centrale, uno sportello consulenziale dedicato alla tiflo-informatica, ai software adattivi ed agli ausili in genere che possono aiutare le persone disabili della vista.
I nostri esperti sono a disposizione su appuntamento. Se si tratta di semplici informazioni generali la consulenza è gratuita. Qualora invece si rendessero necessari approfondimenti tecnici o interventi diretti sulle macchine, anche a domicilio, verranno applicate tariffe agevolate in base a preventivi forniti dagli esperti medesimi.
Le nostre competenze ci permettono di poter orientare la persona disabile visiva all'utilizzo di specifici ausili che lo possano agevolare nella propria quotidianità, nel tempo libero, nello studio e nel lavoro.
Organizziamo corsi di formazione e seminari su diverse tematiche, ecco alcuni esempi:


- Formazione sull'uso e la scelta del Personal Computer
- Formazione sull'uso e la scelta dello Smartphone o Tablet
- Formazione specifica sugli Screen Reader Jaws, NVDA, TalkBack e Voice Over
- Formazione sul software Winguido
- Formazione ed orientamento sul mondo Apple, Android e Microsoft


Crediamo dunque di poter offrire un servizio di qualità a costi accessibili.
Per informazioni ed appuntamenti:
Inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FORMAZIONE

Da quando l'associazione è ufficialmente impegnata nell'erogazione di servizi si è posto il problema della formazione del personale educativo che, solitamente, nel normale curriculum di studi universitari, non riceve alcuna nozione specifica sulla disabilità visiva. In tal senso sono stati effettuati numerosi corsi interni di formazione e di aggiornamento.  Funziona altresì uno sportello di consulenza tiflologica permanente presso la sede centrale. Tale sportello è aperto anche agli insegnanti di sostegno che desiderino approfondire taluni aspetti specifici della tiflodidattica o tiflo-informatica.

Altre iniziative formative sono quelle rivolte agli OSS (operatori socio-sanitari). L'A.P.R.I. onlus propone ogni anno, agli enti che gestiscono corsi di questo genere, un modulo specifico di una decina di ore dedicato alla presentazione della disabilità visiva, delle tecniche di accompagnamento e dei principali ausili.

La sezione provinciale di Asti, dal 2010 al 2012, ha organizzato un corso di formazione sulla disabilità visiva rivolto a volontari ed operatori del settore. Il progetto è stato finanziato dal locale Centro Servizi per il Volontariato.

Sia la sede di Torino che quella di Asti infine accolgono spesso persone in tirocinio formativo finanziato dalle province.

 AUSILIOTECHE

Da quando, nel 2002, la sede centrale del sodalizio è stata spostata in via Cellini 14, un locale è subito stato destinato all'ausilioteca. Questo servizio raccoglie strumenti di ogni genere, sia acquistati direttamente dall'associazione, sia messi a disposizione da ditte costruttrici, sia, non di rado, donati da soci e simpatizzanti. Si va quindi dai semplici ausili come orologi, termometri o bilance parlanti, a vari modelli di videoingranditori da tavolo o portatili, dai lettori vocali alle dattilo-braille, dal casellario Romagnoli ad alcuni esempi di piste tattili. Tutti coloro che sono interessati possono, su appuntamento, provare i vari dispositivi ed alcuni di essi vengono anche prestati o affittati.

Il servizio ausilioteca è attualmente coordinato da Cinzia Parise.

Esposizioni più ridotte, ma con le medesime funzioni, sono allestite presso le sedi decentrate di Asti, Omegna e Settimo Torinese.

Anche il centro di riabilitazione visiva di Ivrea, attualmente gestito dalla nostra associazione, è dotato di una propria fornita ausilioteca.

RIABILITAZIONE VISIVA

La riabilitazione visiva si propone di far recuperare, agli ipovedenti e non vedenti, il miglior livello di autonomia personale possibile. Essa inizia dunque ad operare quando si verifica una situazione di grave problematicità visiva alla quale non si prevede di poter porre rimedio attraverso terapie cliniche od interventi chirurgici risolutivi.
Si tratta indubbiamente di una prestazione sanitaria che però presenta anche innegabili valenze di carattere sociale. Ogni intervento infatti risulta finalizzato al recupero funzionale di attività fondamentali della vita quotidiana (leggere, scrivere, spostarsi, fare i lavori di casa, provvedere autonomamente al proprio igiene personale ecc.)

Attualmente la nostra associazione opera attivamente in questo campo, sia con proprie risorse, sia in collaborazione con alcuni Centri pubblici di riabilitazione visiva piemontesi. Dal 2011 al 2014, e poi dal 2017 ad oggi, partecipa alla gestione di quello operante ad Ivrea, all'interno dell'ASL TO-4, mentre, dal 2009, in collaborazione con altre strutture, opera all'interno di quello di Torino dell'Ospedale Oftalmico.

Le principali prestazioni fornite dai centri di riabilitazione visiva sono le seguenti:

- Addestramento all'uso degli ausili ottici
- Addestramento al migliore utilizzo del residuo visivo
- Supporto psicologico per il superamento del lutto determinato dalla disabilità acquisita
- Corsi di mobilità con il bastone bianco
- Corsi di autonomia domestica (cucina, pulizie, cucito ecc.)
- Corsi di informatica con l'aiuto di ausili
- Corsi di alfabetizzazione Braille
- Gruppi di auto-aiuto
- Laboratori specifici e mirati: estetica, bigiotteria, pilates, manipolazione ecc.

 VISITE OCULISTICHE

Fin dalla sua nascita l'A.P.R.I.-onlus, attraverso il proprio Comitato Scientifico, ha sempre consentito ai propri associati di godere di una corsia preferenziale nella prenotazione di visite oculistiche presso ospedali pubblici del territorio.
La prima storica collaborazione, che prosegue comunque tutt'oggi, si stabilì con l'Ospedale Mauriziano di Torino, attuale centro di riferimento regionale per le malattie rare della retina. Presso questo centro è possibile ottenere, tramite l'associazione, sia visite oculistiche che consulenze genetiche. L'Ospedale Mauriziano detiene probabilmente la più vasta casistica in Piemonte sulla retinite pigmentosa.

Altre importanti collaborazioni sono attualmente in corso con le strutture oftalmologiche dell'Ospedale Oftalmico di Torino, Ospedale Cottolengo di Torino, Ospedale San Luigi di Orbassano, Ospedale di Ivrea e Ospedale di Borgomanero. Anche in questi nosocomi pubblici l'associazione può indirizzare i propri soci.

Analoghe collaborazioni sono state instaurate anche dalle sezioni provinciali del sodalizio. In particolare la sede di Asti collabora attivamente con la divisione di oftalmologia dell'Ospedale "Cardinal Massaja" presso la quale, più volte all'anno, si organizzano giornate di sensibilizzazione e misurazioni gratuite della pressione oculare.

La sezione del V.C.O. ha invece sviluppato significative sinergie con i reparti di oculistica dell'ospedale di Domodossola. A questa struttura sono state donate, nel corso degli anni, alcune attrezzature e strumenti diagnostici.

ORIENTAMENTO AL LAVORO

Presso la sede centrale del sodalizio è attivo uno sportello informativo sull'orientamento lavorativo delle persone con disabilità visiva. Il servizio fornisce anche indicazioni e consulenze gratuite su problematiche sindacali relative alla gestione dell'handicap sensoriale acquisito rispetto ai rapporti con i datori di lavoro. L'A.P.R.I. onlus mantiene inoltre proficui rapporti di collaborazione con i Centri per l'Impiego piemontesi, strutture create dalla legge n.68/1999 allo scopo di favorire l'incontro fra domanda e offerta di lavoro nel collocamento mirato delle persone disabili. Attraverso queste istituzioni ci proponiamo di favorire l'occupazione anche al di fuori delle professionalità tradizionalmente riservate ai non vedenti. Già in passato infatti, nell'ambito di progetti europei ed altri sviluppati in collaborazione con le Province, l'associazione si è impegnata nella ricerca di nuove soluzioni occupazionali e, in tale ambito, sono stati raggiunti risultati non trascurabili.

Il settore è attualmente coordinato dal vice-presidente Pericle Farris.

SERVIZIO PATRONATO

Le informazioni di carattere previdenziale e pensionistico rappresentano una parte cospicua del lavoro quotidiano presso le nostre sedi. Non passa giorno nel quale non giunga almeno una telefonata finalizzata ad ottenere notizie o consigli in questo settore. Di solito fissiamo un appuntamento agli utenti, siano soci o meno del sodalizio e li invitiamo a portare con sè la documentazione oculistica recente in loro possesso.. Qualora questa non ci appaia però sufficente provvediamo a fissare una visita oftalmologica presso le strutture sanitarie che collaborano con la nostra associazione. Per l'avvio delle pratiche amministrative abbiamo inoltre stipulato una convenzione con l'ANFAS, organizzazione accreditata presso l'INPS, che si è impegnata a seguire i nostri utenti ed a mantenere un livello di aggiornamento preciso sulle specifiche peculiarità legate alla disabilità visiva. Disponiamo infine di un legale specializzato in questo tipo di cause che si è impegnato ad effettuare un trattamento economico agevolato ai nostri soci.

Il servizio di patronato è coordinato da Claudia Demaria.

ASSISTENZA EXTRASCOLASTICA

La nostra associazione ha iniziato ad occuparsi di questo servizio nel 1999, su esplicito invito della Provincia di Torino che allora deteneva una specifica competenza su tale materia.

Con il trascorrere degli anni detti compiti furono passati ai comuni, singoli o associati, dalla Legge Regionale del Piemonte n. 1 / 2004.

A.P.R.I.-Servizi-onlus ha tuttavia continuato ad erogare il servizio mettendo a disposizione delle varie pubbliche amministrazioni i propri educatori specializzati in regime di accreditamento o di affidamento diretto di singoli interventi.     

Il servizio consiste nell'affiancamento dello studente disabile visivo da parte di un educatore con il compito specifico di favorirne l'acuisizione di una piena autonomia nello studio, nella socializzazione e nell'espletamento delle principali funzioni della vita quotidiana.

L'educatore può generalmente intervenire a scuola, a casa o presso altre strutture esterne, per un massimo di dieci ore e seguendo un progetto educativo individualizzato steso di concerto con gli altri professionisti operanti sulla persona.

Attualmente A.P.R.I.-Servizi-onlus collabora, in questo ambito, con la Città di Torino e con i Consorzi Socio-Assistenziali di Chieri, Collegno, Cuorgnè, Giaveno, Ivrea, Pinerolo, Rivoli, Susa e Settimo Torinese, oltre che con la Comunità Montana di Torre Pellice.   

ASSISTENZA CIECHI PLURIMINORATI

Questo servizio nasce da quanto disposto nella legge n.284/1997 che contiene un articolo dedicato specificamente alla riabilitazione sociale dei ciechi che presentano handicap aggiuntivi rispetto a quelli strettamente visivi. La categoria, purtroppo sempre più statisticamente rilevante rispetto alla semplice minorazione visiva, si può suddividere in tre gruppi fondamentali:

  • Non vedenti con doppia disabilità sensoriale o sordo-ciechi
  • Non vedenti con disabilità fisico-motorie
  • Non vedenti con disabilità di tipo intellettivo o relazionale

A.P.R.I. onlus iniziò ad operare in questo settore nel 2001, quando la Regione Piemonte pubblicò un bando specifico per la creazione di servizi a carattere territoriale. Successivamente i fondi della legge n. 284 vennero distribuiti agli enti gestori dei servizi socio-assistenziali e la nostra associazione sviluppò progetti più piccoli  su singoli casi, in convenzione con i comuni e consorzi intercomunali. Attualmente sono attive, su questo comparto, collaborazioni con i Consorzi socio-assistenziali di Orbassano, Rivoli  e Nichelino.

Altri progetti sono sviluppati dal Comitato "Malossi" che riunisce i sordo-ciechi aderenti all'A.P.R.I onlus.

ASSISTENZA ANZIANI CON DISABILITÁ VISIVA

Nella società contemporanea occidentale la stragrande maggioranza dei disabili visivi è costituita da persone anziane. Questo fenomeno è determinato dall'allungamento della vita media, dai progressi della scienza medica che hanno consentito di vincere molte patologie di origine infettiva e dalla maggiore prevenzione pediatrica. Le malattie oculari che colpiscono maggiormente nella cosiddetta terza età sono la degenerazione maculare senile, la retinopatia diabetica ed il glaucoma. La cataratta, che in passato rappresentava una delle maggiori cause di disabilità visiva fra i non più giovani, oggi è fortunatamente facilmente risolvibile nella quasi totalità dei casi.

Nella prassi operativa della nostra associazione moltissimi anziani vengono orientati alla riabilitazione visiva, almeno per acquisire una serie di basilari autonomie nello svolgimento delle funzioni di vita quotidiana. I risultati di tale riabilitazione, sia pur ovviamente inferiori rispetto a quelli ottenuti sui giovani, non di rado si rivelano comunque significativi e gratificanti. Per approfondire queste tematiche l'associazione ha pubblicato il volume: "Non mi vedo vecchio".

Quando tuttavia si rendono necessari interventi specifici di natura socio-assistenziale, A.P.R.I. onlus affianca l'anziano e i suoi famigliari nel contatto con i servizi sociali e si rende disponibile per la gestione, su incarico di questi ultimi, di interventi domiciliari ed affidamenti diurni. Anche i volontari dell'associazione sono impegnati, sia pur più episodicamente, nel sostegno di queste persone soprattutto con accompagnamenti e disbrigo di commissioni.

Questi servizi sono attualmente coordinati da Claudia Demaria.